Graffatrice in qualità di marca Trotec

Avete ulteriori domande?

Siamo a Vostra disposizione per ogni informazione.

Commerciale: +39 045 6200905
Industria: +39 045 6200905
Consumatore finale: +39 045 6201668

Graffatrice

Sanno convincere per la loro reattività, potenza e per il semplice utilizzo

Le graffatrici si contraddistinguono per la loro maneggevole reattività apprezzata da artigiani e professionisti. Nel fissaggio veloce e affidabile su legno di così tanti materiali sono dispositivi imbattibili, sia per fissare stoffe e pelle, pellicole e cartone, o appunto legno. Poco importa se si intende applicare la membrana isolante durante lavori di ampliamento del tetto, fissare la parete posteriore dell’armadio, foderare una sedia con un’imbottitura nuova, tendere una tela su un telaio o fissare la rete metallica in giardino, le graffatrici sono aiutanti indispensabili per i più svariati lavori di fissaggio.

La qualità di marca più il vantaggio del prezzo

Tuttavia, fino ad oggi con le graffatrici si avevano solo due opzioni di scelta: buone ma care o prevalentemente economiche. Con l’assortimento di graffatrici PTNS Trotec offre agli appassionati di bricolage e agli artigiani graffatrici reattive e di facile uso con cui poter eseguire a regola d’arte fissaggi in modo veloce e sicuro.
Con i PowerTools di Trotec ora potete scegliere in modo intelligente: Buon prezzo, buon prodotto e bel design – tutto in uno.
HighPerformance quindi in ogni senso, perché la nostra aura non solo garantisce la qualità di marca per i misuratori e i dispositivi per il trattamento dell’aria, ma anche per gli elettroutensili: Soluzioni professionali Trotec con un eccellente rapporto qualità prezzo!

 Dotazione di serie

 disponibile come optional

 non disponibile

Graffatrice elettrica – Aiutante irrinunciabile per l’hobby e il lavoro

La graffatrice elettrica fa parte della dotazione base per gli appassionati del fai da te e per gli artigiani di professione, perché rendono più facile il lavoro e possono in parte sostituire il martello e i chiodi, se sono dotate della funzione chiodi aggiuntiva. Così i prossimi lavori di ristrutturazione o il mobile con il nuovo rivestimento diventano un gioco da ragazzi, realizzabile anche senza un grande sforzo. Ma a cosa bisogna fare attenzione quando si compra una graffatrice elettrica e che cosa si può fare con essa? 

Dove viene usata la graffatrice elettrica?

Fondamentalmente, la graffatrice elettrica e la graffatrice a batteria vengono utilizzate nell’arredamento di interni, per esempio per tendere delle cornici, per fissare tessuti o per rivestire dei mobili imbottiti. Anche per i lavori più piccoli sul legno, dove devono essere inseriti dei chiodi sottili, può essere utile una graffatrice elettrica.

Il vantaggio rispetto alle spillatrici manuali tradizionali è evidente: da un lato, le graffe e i chiodi vengono «sparati» con maggiore potenza nel materiale, e richiedono uno sforzo minore. Dall’altro, con la graffatrice elettrica è possibile lavorare anche materiali come la plastica, la pelle sintetica o il vero cuoio – cosa che con una graffatrice manuale causerebbe un vero e proprio lavoro forzato.

Cosa è una graffatrice elettrica?

Serie PTNS

Una graffatrice elettrica inserisce delle graffe o dei chiodi nel legno o in altri materiali, e li unisce così in modo duraturo. Lì dove un tempo bisognava affossare ogni graffetta o ogni chiodo singolarmente nel materiale, con la graffatrice elettrica ora si può lavorare in modo decisamente più veloce e solido. Grazie al suo motore elettrico, la graffatrice elettrica dispone di sufficiente potenza anche per passare attraverso i materiali duri.

Come funziona una graffatrice elettrica?

Il principio di una graffatrice elettrica è relativamente semplice: In una camera di graffette – chiamato anche caricatore – vengono immesse graffe o chiodi, che vengono sparati con una elevata velocità nel materiale, premendo un pulsante. Questo avviene singolarmente, e una buona graffatrice riesce a sparare circa 20 fino a 30 graffe al minuto. È necessario fare attenzione che l’utensile sia posizionato completamente diritto sul materiale, per evitare un inserimento obliquo o irregolare. Dopo ogni sparo, la prossima graffa viene inserita automaticamente in posizione nel dispositivo, così non è necessario «ricaricare» a mano. 

Le graffatrici elettriche con cavo elettrico sono adatte per il funzionamento continuo e particolarmente potenti. Se si desidera lavorare molto con la propria graffatrice in modo mobile e in loco – per es. in giardino o in garage – può essere anche vantaggioso l’acquisto di una graffatrice a batteria. Quest’ultima è senza cavi e quindi particolarmente flessibile e da usare ovunque. 

Quale dimensione devono avere le graffette per la graffatrice?

Quali dimensioni devono avere le graffe della graffatrice?

Questo dipende naturalmente anche sempre dallo scopo di impiego. Qui è necessario distinguere tra la larghezza delle graffe e la lunghezza. La larghezza è data dal modello, il che significa che qui non c’è possibilità di scelta, ma la lunghezza la potete scegliere voi. Per leggeri lavori con la graffatrice elettrica, per esempio per carta e cartone, è assolutamente sufficiente una lunghezza delle graffe di 6 mm. Se invece con la graffatrice elettrica si desidera lavorare sul legno, le graffe devono avere una lunghezza minima di 14 mm, per garantire un risultato stabile e duraturo. Fondamentalmente vale: più forte è il materiale, più lunghe devono essere le graffe della graffatrice. 

Serie PTNS

Cosa è necessario osservare durante l’acquisto di una graffatrice elettrica?

Una graffatrice elettrica non è uguale a una graffatrice elettrica, come è possibile riconoscere con uno sguardo sulle caratteristiche. Per questo desideriamo presentarvi in breve, a cosa dovete fare attenzione al momento dell’acquisto:

  • Il caricatore: più grande è il caricatore, maggiore spazio offre per le graffe e i chiodi. Proprio quando si desidera lavorare spesso e tanto con la graffatrice elettrica, il caricatore dovrebbe quindi essere misurato generosamente. Le graffatrici elettriche esistono con carica dal basso, da sopra e da dietro. Però il rifornimento o la sostituzione di graffe e chiodi con un caricatore inferiore avviene in modo più semplice:
  • Dimensione e peso: Un grande caricatore è un vantaggio per poter lavorare a lungo e di continuo, ma se così la graffatrice diventa troppo grande e pesante il lavoro diventa una tortura. Una maneggevole graffatrice elettrica deve pesare al massimo 1 kg, in modo che possiate lavorarci in modo confortevole e a lungo. 
  • Il pulsante di scatto: qui è necessario differenziare tra due varianti. Nella prima, la graffa viene fatta scattare premendo un pulsante, quindi si ha sempre il completo controllo del dispositivo. La seconda variante spara le graffe nel materiale, appena si preme sull’asse della graffatrice. Questo è più comodo per lavorare, ma anche un po’ più pericoloso, perché così è possibile far scattare la graffatrice inavvertitamente, per esempio quando la si ripone in modo sbagliato. Per evitare questo, le buone graffatrici elettriche dispongono di un cosiddetto «nasello di sicurezza», che consentono uno sparo solo se il nasello viene premuto con pressione sul pezzo da lavorare. 
  • Blocco di sicurezza: un must assoluto per ogni graffatrice, il blocco garantisce che la graffatrice elettrica non scatti inavvertitamente. Appena si ha finito di lavorare, la graffatrice deve per questo essere assolutamente bloccata, per evitare possibili lesioni. 
  • Indicatore del livello di riempimento / finestre: Con uno sguardo si sa quando è necessario riempire il caricatore

La graffatrice elettrica PTNS 10‑230V e la graffatrice a batteria PTNS 10‑3,6V

Da Trotec trovate sia una potente graffatrice elettrica sia una pratica graffatrice a batteria per i lavori più piccoli e per gli interventi mobili. 

La Trotec PTNS 10‑230V è potente e particolarmente confortevole grazie alla sua impugnatura softgrip. Offre spazio a 100 graffe o 50 chiodi e può essere riempita semplicemente dal basso. 

La Trotec PTNS10-3,6V si presenta senza il cavo fastidioso ed è dotata di un nasello di sicurezza. Solo quando il nasello di sicurezza è stato portato in posizione di lavoro – quindi quando si preme sul materiale – è possibile far partire il colpo. 

Indipendentemente da quale delle nostre due graffatrici scegliate, una cosa resta sempre uguale: i risultati buoni con un utilizzo estremamente confortevole e il prezzo estremamente piacevole. Così i lavori manuali sono un piacere!

Il gruppo aziendale  |  Fiera  |  Blog  |  Jobs  |  Contatti  |  Colophon  |  Dichiarazione per la privacy  |  Mappa del sito